Arte
Abbiamo nostalgia di Pompei

La grande mostra del Museo Madre: per la prima volta i reperti della città antica esposti insieme a opere di grandi artisti del ‘900

È un dialogo fra passato e presente, artigiani e artisti, materiali grezzi e lavorati, arte antica e moderna, che crea un incredibile ed inedito mix e rende la mostra Pompei@Madre. Materia Archeologica tra le più interessanti di quest’inverno in tutto il mondo. Inaugurata il 18 novembre al MADRE, museo regionale campano d’arte contemporanea, è frutto della collaborazione con il Parco Archeologico di Pompei e “consiste nello studio delle possibili, molteplici relazioni fra patrimonio archeologico e ricerca artistica”, proponendo un dialogo fra straordinari materiali archeologici pompeiani e opere d’arte moderna e contemporanea.

Adrián Villar Rojas at Fondazione Sandretto 11/2015

Il percorso espositivo è una passeggiata circolare che, come in una macchina del tempo, racconta la storia di molteplici materie utilizzate dall’uomo nel corso del tempo e da esso modificate, in un percorso che mescola e compenetra passato e presente, natura e cultura, vita e morte, distruzione e ricostruzione. Nelle sale del museo di via Settembrini, i ritrovamenti di Pompei vengono accostati alle opere di Andy Warhol, Mimmo Iodice, Goshka Macuga, Rauschenberg e Kounellis tra gli altri, in una continua commistione tra antico e moderno. La riscoperta di Pompei nel XVIII secolo e le incredibili condizioni del suo oblio, rendono la città un unicum che fa leggere il concetto di catastrofe sotto una luce diversa e che accende un incredibile e fecondo dialogo, creduto spesso impossibile, con i codici e gli stilemi dell’arte contemporanea.

Valentina Monti
6/12/2017

Pompei@Madre. Materia Archeologica // 19 novembre 2017-30 aprile 2018
A cura di Massimo Osanna e Andrea Viliani
Museo MADRE // via Settembrini 79, Napoli // Tel. 081 19737254 | info@madrenapoli.it | www.madrenapoli.it
Orari lunedì, mercoledì, giovedì, venerdì, sabato 10.00 ̶ 19.30 | domenica 10.00 ̶ 20.00 la biglietteria chiude un’ora prima / giorno di chiusura: martedì

Parco Archeologico di Pompei, veduta dei depositi (Granai del Foro)

Pierre-Henri de Valenciennes, L’Eruption du Vésuve, 1814

Gioacchino Toma, Sotto il Vesuvio di mattina, 1882

Pierre Gusman, Jeune fille au stylet, 1894

Rilievo fotografico di Pompei (scala 1:1000), da pallone aerostatico, 1910

Luigi Ghirri, Napoli:1980-1981

Mimmo Jodice, GORGONEION, Opera I, 1982

Mimmo Jodice, GORGONEION, Opera II, 1982

Nairy Baghramian, Portrait (the concept-artist smoking head), 2008

Andy Warhol, Vesuvius, 1985

Copia del calco di un adulto che tiene in grembo il figlio, 1974-75

Pierre-Jacques Volaire. Eruzione del Vesuvio dal ponte della Maddalena,1782

Statua di divinità femminile ammantata, II-I secolo a.C.