Moda
Le Adidas fatte di rifiuti del mare

Composte di plastiche recuperate al largo delle Maldive, costano 200 euro e saranno in vendita tra un mese

Il loro credo sta nell’acronimo A.I.R.: avoid, intercept and redesign (evitare, intercettare e ridisegnare). Sono i visionari di Parley for the Oceans, guidati dal designer tedesco Cyrill Gutsch, che ha deciso di salvare gli oceani, trasformando la plastica dei rifiuti oceanici in prodotti di marca. Attualmente ci sono cinque enormi vortici di plastica che infestano i mari del mondo, un vero fallimento dell’uomo, che può essere risolto solo se ripensiamo e reinventiamo la plastica stessa: questa è la filosofia del progetto.

Due anni fa la collaborazione nacque con Pharrell Williams, che creò la collezione Raw for the Oceans per G-Star, in Bionic Yarn recuperato dai mari, mentre quest’anno è la volta di Adidas con cui sono state create le UltraBOOST Uncaged Parley: calzature ipertecnologiche e performanti fatte al 95% di plastica riciclata, raccolta vicino alle Maldive, mentre la restante parte sarà ottenuta da altri materiali riciclati.

In vendita nei negozi e on line a partire da metà novembre, con un prezzo attorno ai 200€, saranno abbinabili a t-shirt e costumi realizzati nello stesso filato: la seconda vita della plastica può essere davvero etica e fashionable.

Valentina Monti
17/10/2017