Moda
La subcultura messicana che ama i capelli brutti

I Cholombians di Monterrey hanno il culto per l’hairstyling orrendo: guarda la gallery

Codini, giganti basette incollate alle guance, frangette emo, nuca rasata: sono alcune particolarità della subcultura messicana dei Cholombians, nata a Monterrey. Portare acconciature del genere equivale per loro a mettersi in mostra, anche a costo di essere etichettati come “bad hair people”.

La capigliatura di questi teenager messicani è notoriamente combinata con indumenti oversize che ricordano la cultura hip hop dei gangster, anche se i Cholombians prendono il nome dal loro amore per la cultura e le tematiche pacifiste della musica colombiana.

Mark David Alunni
17/7/2017
Photo & Source: Messy Nessy