Moda
Fenomeno Beyoncé

Matriarca, icona afro, dea contemporanea di fertilità e femminismo: il mito in 5 punti

CARRIERA // Di Huston, Texas, classe 1981. A 8 anni entra a far parte delle Girl’s Tyme con cui partecipò, senza vincere, a un talent show chiamato Star Search. Prendendo ispirazione da un passaggio del Libro di Isaia, il gruppo cambiò nome in Destiny’s Child nel 1996. Nel 2003, Beyoncé pubblica il suo primo album solista Dangerously in Love: da lì non si fermerà più.

Beyoncé, Girl's Tyme , 2000

Beyoncé, Girl’s Tyme , 2000

MODA // Figlia di una stilista di discendenza creola, fu la madre a disegnarne gli abiti finché restò con le Destiny’s Child. Negli ultimi anni ha scelto molti stilisti diversi, sia per indossarne le creazioni sui red carpet, che per i costumi dei tour. Di Peter Dundas, il sontuoso abito indossato agli ultimi Grammy Awards che raffigura il suo volto, ritratto di profilo, sul pancione: sembra vegliare sui due gemelli che presto darà alla luce. L’abito è stato fatto a mano e ci hanno lavorato 50 persone per più di una settimana. Nel 2016 ha anche lanciato una propria linea di abbigliamento di ispirazione sporty: Ivy Park.

Beyoncé, Grammy Awards 2017 show

Beyoncé, Grammy Awards 2017 show

MATERNITÀ // Annunciò la sua prima gravidanza dopo una spettacolare performance di Love on Top agli MTV Video Music Awards del 2011, semplicemente aprendosi la giacca di paillettes e accarezzandosi la pancia. Per la seconda (due gemelli), ha scelto l’artista americano di origine etiope Awol Erizku per scattare la foto che ha sbriciolato ogni record di gradimento su Instagram: 2,4 milioni di like nella prima ora, diventati 6 e mezzo nelle prime 8, oltre 500.000 tweets nei primi 45 minuti post annuncio, di cui 17.000 al minuto nei primi 15. Un’immagine che la ritrae come una moderna versione di Venere, mescolando suggestioni rinascimentali, con riferimenti alle dee della fertilità di ogni religione, tempo e latitudine.

Beyoncé by Awol Erizku photography

Beyoncé by Awol Erizku photography

LEMONADE // Il suo ultimo album, che molti hanno voluto vedere come un’opera biografica che tratta dell’infedeltà del marito, Jay Z. Il titolo deriva da un proverbio americano: “Se la vita ti dà limoni, fanne limonata”. Un progetto che evita rabbia e rancore, ma che parla “del viaggio di ogni donna attraverso la consapevolezza, verso la guarigione (sue parole).

Beyoncé, Lemonade cover

Beyoncé, Lemonade cover

GRAMMY 2017 // La sua performance ha posto un nuovo standard per definire il concetto di “strepitoso”. Aperta da un video in cui appare con sua madre e sua figlia, veicolando un’idea di matriarcato molto significativa, ha proseguito con un numero spettacolare che l’ha vista unire l’immagine della Madonna con quelle delle dee africane, accompagnata dai versi della poetessa Warsan Shire e da un corpo di ballo fatto da ancelle adoranti. Un messaggio di forza, celebrazione, inclusione e collaborazione tutto al femminile.

Beyoncé, Grammy Awards 2017 show

Beyoncé, Grammy Awards 2017 show

Valentina Monti
2/3/2017