Summer home
Contemporary salon

Three Squares Studio fonde arte e capelli in uno dei posti più cool di New York

Dall’impronta di una mano in una grotta preistorica all’ultima installazione di un artista, il dibattito su cosa possa essere definito arte non si è mai placato. Abilità pura? Capacità evocativa? Bravura innata?

Andi Potamkin, 27enne americana, ha trovato la sua personale chiave di lettura nella commistione: quella particolare intuizione che l’ha portata a fondare, insieme al fidanzato hairstylist Jordan Blackmore, il primo salone di parrucchiere di New York che è anche galleria d’arte. Three Squares Studio, uno spazio incentrato sulla bellezza e sulla creatività, che combina l’esperienza di un taglio perfetto con quella di mostre che cambiano ogni tre mesi.
Un luogo esclusivo in cui legno e specchi, linee di taglio e colorazioni si legano a libri, oggetti di design, moda, arredamento. In cui i classici camici da salone sono sostituiti da tuniche di seta, e insieme al taglio vengono serviti champagne o cappuccini. In cui gli hairstylist vengono definiti “artisti”. E in cui la cura maniacale per il servizio ha procurato a Andi e Jordan, ora suo marito, la clientela più invidiata di NY: tra gli altri, gli stilisti Brian Atwood e Marc Jacobs (di Jordan la responsabilità dei suoi capelli blu di qualche anno fa), la modella Irina Shayk, l’attrice Leighton Meester.

E se non fosse la clientela vip a parlare per loro, basterebbero le entusiastiche recensioni in ogni sito in cui il salone è presente per capire che l’arte non è univoca, accademica, cristallizzata. Arte può davvero essere un taglio perfetto, eseguito con cura, circondati dalla bellezza di oggetti unici e opere d’arte scelte con passione.