Summer home
Bag Mania

La più grande collezione di borse al mondo
― Status symbol, sogno,
accessorio irrinunciabile

Circa 35 anni fa il caso ha fatto imbattere due coniugi olandesi in una splendida borsa in cuoio e tartaruga dei primi dell’800. Rimasti affascinati dalla maestria e dalla bellezza dell’oggetto, non resistettero all’acquisto di quella che diventerà solo la prima delle oltre 5.000 borse che ad oggi compongono la collezione del Museo della Borsetta Hendrikje di Amsterdam. Il più grande museo di borse e borsette al mondo nasce così, dal caso che fa scoppiare una passione.

La stessa delle fashion victim, disposte a qualsiasi follia pur di accaparrarsi un oggetto che ha ormai travalicato la sua funzione d’uso per diventare status symbol, sogno, accessorio irrinunciabile, classico senza tempo o di tendenza, icona o affermazione di modernità.

Nata come semplice contenitore, perché non esistevano ancora le tasche, la borsa però, col carico simbolico che conosciamo oggi, appare nel XX secolo, quando diventa elemento di moda e una delle tele utilizzate dagli stilisti per tratteggiare la propria idea di donna.

Il Tassenmusem è allora molto di più di una raccolta di oggetti, perché ci permette di fare un viaggio nell’evoluzione della società, dei suoi costumi, della sua estetica, della sua capacità manifatturiera, mostrando borse di ogni stile, materiale, funzione. E fornendo ad appassionati, studiosi o semplici curiosi, un database enorme in cui trovare spunti, visioni, storie e passione. Quella necessaria per realizzare questi piccoli capolavori e che ha spinto due persone normali a diventarne i principali collezionisti al mondo, e infine a donare a tutti la possibilità di ammirare la storia di quel mondo, visto da una borsa.

- Articoli correlati